Depeche Mode

Dave Gahan era stato chiaro, nell’unica intervista concessa sul disco: “è un lavoro sull’umanità … dobbiamo occuparci di quanto succede ma sembra che stiamo andando in un’altra direzione”. “Spirit”, il nuovo album che segna il ritorno dei Depeche Mode dopo quattro anni di silenzio discografico che uscirà in tutto il mondo il 17 marzo, è un grido di allarme e al tempo stesso una diretta assunzione di responsabilità collettiva per un’umanità che sta andando fuori controllo, spinta da leader sbagliati.

Come ha raccontato Gahan, il primo titolo scelto era Maelstrom, poi scartato perché troppo vicino al mondo heavy metal. Per questo potente statement i Depeche Mode hanno scelto di affidarsi alla produzione di James Ford dei Simian Mobile Disco, che ha già lavorato con Florence & The Machine e gli Arctic Monkeys, interrompendo così la collaborazione con Ben Hiller, che ha lavorato con i Depeche Mode per 10 anni e che è stato anche un produttore molto discusso. “Spirit” è un album che riporta la band al centro dell’elettronica, curatissimo, che costruisce l’insieme attraverso i dettagli sonori, a volte anche scuro, con poche concessioni, senza per questo rinunciare alla riconoscibilità.

“Spirit” uscirà anche in versione doppio cd, con un booklet di 28 pagine più cinque remix chiamati “Jungle Spirit Remix” e anche in versione doppio vinile, con una speciale serigrafia e le fotografie di Anton Corbjin. Il cinque maggio a Stoccolma comincerà il Global Spirit Tour che porterà i Depeche Mode in 21 Paesi europei (in Italia suoneranno in giugno, il 25 allo stadio Olimpico di Roma, il 27 a San Siro a Milano e il 29 allo stadio Dall’Ara di Bologna), prima di arrivare in Nord America e Sud America dopo l’estate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...