“Stabat Mater”, Franco Simone al Teatro Valli di Reggio Emilia

Reggio Emilia si appresta ad ospitare un evento straordinario: l’esecuzione dello Stabat Mater, opera rock sinfonica scritta dal cantautore Franco Simone sul testo originale in latino di Jacopone da Todi (XIII secolo), che andrà in scena al Teatro Municipale R. Valli giovedì 2 aprile alle 21. Sul palco, insieme a Franco Simone, due artisti dalla vocalità preziosa: il tenore italo-inglese Gianluca Paganelli, reduce dai successi in Canada, Cina e Regno Unito, ed il rocker Michele Cortese, già vincitore con gli Aram Quartet della prima edizione di X Factor e reduce dal successo al Festival Internazionale di Viña del Mar (Cile), dove, imponendosi su 1200 concorrenti, unico rappresentante europeo ammesso alla finale, ha trionfato portando in Italia ben due premi: quello per il migliore interprete e quello per la migliore canzone. I tre cantanti saranno accompagnati dal vivo dall’orchestra reggiana Adagio e Furioso diretta dal maestro Stefano Acerbi, e dall’omonimo coro. La scrittura delle musiche, l’impasto di voci, gli arrangiamenti sontuosi (a cura del maestro Alex Zuccaro) hanno valso a quest’opera il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. La tappa reggiana dello “Stabat Mater tour”, organizzato dalla Dinelli & Partners di Maurizio Dinelli, è la seconda dopo l’esordio a Firenze del 6 marzo, è sponsorizzata da Banca Fideuram e Conad, e l’incasso della serata (ingresso 15 euro) andrà in beneficenza alla cooperativa agricola e sociale La Collina e Fondazione Papa Giovanni XXIII.

Si preannuncia dunque una serata-evento per Reggio con quest’opera che un critico esigente come Mario Luzzato Fegiz ha definito “Perfetta in ogni sua forma”. Creando le sue melodie sul testo originale del XIII secolo di Jacopone da Todi, Franco Simone, autore poliedrico e amante della lingua latina, ha avuto modo di spaziare dal mondo della musica classica, di cui è un appassionato e profondo conoscitore, fino alle soluzioni rock che caratterizzano la migliore musica di oggi. A proposito della sua opera, il cantautore racconta: “Affascinato dalla bellezza abbagliante dei vari Stabat Mater consegnati alla storia della Grande Musica, primi tra tutti quelli di Rossini e di Pergolesi, per circa una trentina d’anni (era diventata una specie di idea fissa) ripetevo a mia moglie ed ai miei amici che volevo comporre anch’io un mio Stabat Mater, senza copiare nulla, semplicemente lasciandomi guidare dalla mia passione. Poi gli impegni si accumulavano ed il tempo passava. Il racconto del dolore della Vergine davanti al Figlio in croce per me è diventato la metafora del dolore di un’intera umanità smarrita in un’inquietudine planetaria. Anche la realizzazione dei relativi video, girati con la regia impeccabile di Federico Mudoni per la Springo Film, tendono a mettere in relazione la sofferenza di tante figure umane con quella della Madre Addolorata.Una bella coincidenza è che, proprio in quest’occasione,ho ripreso a lavorare col mio vecchio produttore, il reggiano Maurizio Dinelli, insieme al quale, per caso (ma più probabilmente per sua passione, professionalità e generosità) ho vissuto le tappe più importanti di tutto il mio percorso artistico. Dopo l’esordio a Firenze nella Basilica di San Lorenzo, sono particolarmente felice di portare la mia opera proprio a Reggio Emilia, una città presso la quale ho abitato per alcuni anni, quel tanto che è bastato per farmi innamorare della sua cultura e della sua gente”.

Prenotazioni e info vendita biglietteria@iteatri.re.it tel 0522.458854.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...