IN PUNTA DI PENNA… ” Le donne di Neruda “

In equilibrio tra finzione e realtà María Fasce ci apre uno spiraglio sulla vita privata e sugli amori travagliati di una delle più autorevoli voci della letteratura latino-americana contemporanea, Pablo Neruda. Federico García Lorca ne descrisse i versi come scritti “più che con l’inchiostro, con il sangue” e Gabriel García Márquez lo definì “il più grande poeta del XX secolo, in qualsiasi lingua”. Con il permesso dell’artista entriamo nella sua villa di Isla Nigra, affacciata sull’Oceano Pacifico, e attraverso gli occhi di una vivace dodicenne seguiamo l’intrecciarsi delle vicende.

Cile, anni Cinquanta.

Elisa si è appena trasferita dalla piccola cittadina di Temuco per lavorare con la madre Raquel alle dipendenze di Neruda quando, nascosta nell’armadio della camera da letto del poeta si ritrova suo malgrado ad assistere all’approccio intimo di due amanti. Testimone involontaria e silenziosa della relazione extraconiugale di Neruda con Matilde Urrutia, Elisa scopre una realtà totalmente diversa da quella semplice e modesta conosciuta finora in cui amore e tradimento si alternano in una crudele danza fatta di lotta e attrazione. Affascinata dalla poesia dell’artista e dal suo genio trasgressivo e rivoluzionario e, totalmente ammaliata dalla raffinata eleganza della moglie Delia del Carril, cresce e diventa donna. Alla ricerca della propria identità e femminilità si avvicina sempre di più al mondo colto e ricercato di Delia, rinnegando quelle radici che non sente più proprie e per cui prova disagio e vergogna. Il distacco dalla madre e da una vita a cui non appartiene più si trasforma in desiderio di rivalsa e di auto-affermazione. Come una moderna Sabrina si rifugia a Parigi per dedicarsi all’arte e alla scrittura. Pubblica racconti, frequenta le amiche di Delia e si sposa, ma la sua vera natura irrequieta e ribelle, non può essere domata e tenuta in gabbia. Scalpita e si agita al richiamo del sangue e della terra madre.

Con la malattia e la morte improvvisa di Raquel Elisa scopre una verità che, seppur sospetta, le era sempre stata celata e finalmente ritrova in se stessa la forza di ricostruirsi. Tutto acquista un senso e il dolore si trasforma in rinascita.

Le donne di Neruda ci regala una storia delicata e appassionata in cui la poesia di Pablo Neruda si intrufola tra una pagina e l’altra diventando una intima e discreta compagna di viaggio.

Lucy

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...