IN PUNTA DI PENNA… ” Amiche di penna “

Chi ha letto e amato Flaubert e Tostoj ritroverà in “Amiche di penna” le atmosfere e i personaggi dei classici ottocenteschi. Marosella Di Francia e Daniela Mastrocinque danno voce a due delle eroine più appassionate della letteratura realistica di fine Ottocento, Emma Bovary e Anna Karenina.

Immaginate due giovani donne, belle e affascinanti ma annoiate, che intraprendono quasi per caso una fitta e molto intima corrispondenza, in cui si confidano reciprocamente amori, speranze, delusioni e frustrazioni.

Anna, abbandonati marito e figlio a San Pietroburgo, insegue il proprio sogno romantico e scappa con l’amante Vronskj in Europa.  Mentre si trova in viaggio in Italia incarica un medico francese di consegnare, al suo rientro a Rouen, una lettera ad una signora della provincia che possa sembrargli ben disposta ad iniziare una conoscenza epistolare. La prescelta destinataria è Emma che, sopraffatta dalla noia e dalla desolazione da cui si sente circondata, dedica le proprie giornate alla lettura, ritrovandosi emotivamente stregata dalle vicende di Eloisa e Abelardo che immediatamente consiglia alla sconosciuta e intrigante signora russa.

Inizia così, lettera dopo lettera, uno scambio sempre più confidenziale e disinibito che a tratti ripercorre le vicissitudini dei classici da cui le protagoniste sono state “rubate”, ma che spesso ne stravolge e rivisita le trame.

Mentre Anna fa la conoscenza di Odette de Crecy e di Swann, personaggi di proustiana memoria, Emma incontra Rossella O’Hara e Rhett Butler. Le storie si intrecciano, si accavallano e si rimescolano incollando  il lettore, piacevolmente  incantato, al susseguirsi degli eventi.

I personaggi femminili che emergono sono potenti e tormentati, forti tanto nell’amore e nella passione quanto del disagio e nel malessere.

La felicità di Anna, instabile e precaria, inizia a sgretolarsi del tutto quando è costretta a ritornare in Russia e a sottostare alle umiliazioni che la società borghese ha in serbo per un’adultera che ha procurato scandalo. In lei si affievolisce l’ideale romantico su cui aveva costruito l’intera realizzazione personale, lasciando spazio alla delusione, alla paura di perdere l’amato che sente allontanarsi e ad un vuoto esistenziale incolmabile.

Emma è diversa. Incapace di gestire le proprie frustrazioni, passa da un amante all’altro senza inseguire alcun sogno d’amore e per colmare la propria insoddisfazione si getta in acquisti folli e sfrenati.  Disperata e sommersa dai debiti si lascia avvolgere dal buio dello sconforto più totale.

Il tono leggero e frivolo delle prime lettere diventa sempre più cupo e angosciato. Alla sincerità e all’ottimismo subentrano l’inganno e la disillusione che lentamente porteranno alla distruzione sia dell’amicizia che delle  due stesse protagoniste.

Lucy

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...