Lugano Musica…

LUCA PIANCA E L’ENSEMBLE CLAUDIANA:DA VIVALDI AI LED ZEPPELIN

LuganoIl ciclo dei récital a LuganoMusica prosegue sabato 20 febbraio alle 20.30 con un appuntamento decisamente originale: l’Ensemble Claudiana, diretto dal liutista Luca Pianca e specializzato nel repertorio barocco, offrirà una panoramica della musica strumentale italiana tra Seicento e Settecento, per poi sconfinare in una inedita lettura di alcune canzoni di Jimmy Page, il mitico chitarrista fondatore dei Led Zeppelin, arrangiate per strumenti antichi dallo stesso Pianca.

Se per l’uomo del Duemila la musica ‘di oggi’ sembra identificarsi soprattutto con quella dei generi cosiddetti di consumo, mentre la musica colta parrebbe legata quasi esclusivamente ad un glorioso passato – percezione diffusa ma contrastante con la realtà di una produzione musicale contemporanea viva e interessante -, non così avveniva almeno fino a tutto l’Ottocento. La musica dei grandi autori che noi oggi ascoltiamo nelle sale da concerto o in cd circolava, quando essi erano in vita, presso le più diversificate fasce di utenza ed era quindi, in senso lato, musica ‘pop’ anch’essa. E’ quindi meno strano di quello che potrebbe sembrare di primo acchito l’accostamento proposto da Luca Pianca, liutista e direttore dell’Ensemble Claudiana, tra autori come Vivaldi e Corelli e un personaggio della scena musicale dell’hard rock odierno come Page, fondatore dei Led Zeppelin. Innovatori gli uni e l’altro, pionieri dei rispettivi linguaggi musicali, che hanno contribuito a plasmare con la loro originalità.

Il percorso musicale dell’Ensemble Claudiana prende le mosse dal Seicento italiano di Dario Castello e Biagio Marini, che rappresentano l’affermarsi di un linguaggio strumentale autonomo rispetto a quello vocale, per poi passare a due grandissimi del Barocco italiano più maturo: l’armonioso ed elegante Corelli e il suo opposto, l’estroso ed irregolare Vivaldi. Al centro del programma trova un breve ma intenso spazio anche la voce umana, con la splendida cantata Mi palpita il cor, in cui Haendel rende omaggio all’Italia. Da Haendel si passa quindi ai Led Zeppelin, con cinque brani trascritti da Pianca per il suo gruppo e quindi per strumenti antichi: una sorta di rilettura a ritroso, dove le sonorità del rock abbandonano il loro mondo elettrificato per vivere un’esperienza acustica decisamente fuori dagli schemi. Il concerto si conclude con la Sonata La follia di Vivaldi, in cui il compositore veneziano rielabora un’aria antica molto nota ai suoi tempi, su cui già altri – Corelli in testa – avevano esercitato la loro vena creativa.

L’Ensemble Claudiana, fondato e guidato dal musicista ticinese Luca Pianca (che è anche fra i fondatori del Giardino Armonico), porterà a Lugano un team di musicisti di grande talento e versatilità: il violinista e cantante russo Dmitry Sinkovsky – direttore a sua volta dell’ensemble barocco La Voce Strumentale di Mosca -, la carismatica violoncellista tedesca Irene Liebau, la violinista moldava Elena Davydova, giovane e già molto quotata, e infine l’arpista Margret Köll, collaboratrice di artisti di diversa estrazione, da Cecilia Bartoli a Meredith Monk, fino al Kronos Quartett. L’Ensemble Claudiana è dal 2008 fra i protagonisti del BachKantatenZyklus presso il Konzerthaus di Vienna, ciclo che prevede l’esecuzione integrale delle cantate di Bach sotto la direzione di Luca Pianca.

Appuntamento alle 20.30 alla Sala Teatro LAC 

Sabato 20 febbraio 2016 – 20.30

Sala Teatro LAC Interpreti: ENSEMBLE CLAUDIANA Luca Pianca, direzione e arciliuto Dmitry Sinkovsky, violino e controtenore Elena Davydova, violino Irene Liebau, violoncello

Margret Köll, arpa tripla

Programma

Dario Castello (?-1658)

Sonata per due violini e basso continuo n. 4, da “Sonate concertate in stil moderno” (1621)

Biagio Marini (1594-1663)

Sonata sopra La Monica per due violini e basso continuo, da “Sonate, symphonie, canzoni, passe’mezzi, baletti, corenti, gagliarde e retornelli, a 1, 2, 3, 4, 5 & 6 voci, per ogni sorte d’instrumenti” op. 8 (1629)

Arcangelo Corelli (1653-1713)

Sonata per due violini e basso continuo in do maggiore, op. 3 n. 8 (1689) 

Antonio Vivaldi (1678-1741)

Sonata per violino e basso continuo in re minore op. 2 n. 3, RV 14 (1709)

Concerto per liuto, due violini e basso continuo in re maggiore, RV 93 (1731) 

Georg Friedrich Haendel (1685-1759)

Mi palpita il cor, cantata per contralto e basso continuo HWV 132c (1709)

Jimmy Page (*1944)

Bron-Yr-Aur (da “Physical Graffiti”)

Black mountain side (da “Led Zeppelin I”)

Going to California (da “Led Zeppelin IV”)

Tangerine (da “Led Zeppelin III”)

Bron-Y-Aur Stomp (da “Led Zeppelin III”)

arrangiamenti di Luca Pianca

Antonio Vivaldi

Sonata in re minore per due violini e basso continuo op. 1 n. 12, RV 63 La follia (1705)

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...