Momix

Tgevents stasera era al teatro Nazionale di Milano a vedere la rappresentazione dello spettacolo Momix, bellissimo, spettacolare.Un’emozionante antologia delle coreografie più suggestive, spettacolari e significative della sua storia, e due nuove creazioni, Momix festeggia i suoi primi 35 anni di trionfi in tutto il mondo ritornando, nelle stesse date, nel teatro del suo esordio, che ha visto il suo ideatore e fondatore Moses Pendleton esibirsi per la prima volta in assoluto con il nome Momix.

Una scenografia essenziale,minimalista, le coreografie tutte originali, hanno usato,carta,manichini,luci. Le “illusioni” dei Momix sono create soprattutto attraverso la luce. Intervenendo su di essa i Momix riescono “a ingigantirsi o scomparire, fondersi o raddoppiarsi: con suggestiva ironia, le ombre di due immense gambe evocative di classicità calciano fuori dalla scena due ballerine in carne e ossa lasciando poi il posto alla frenetica danza di un esserino creato con le stesse membra sotto una luce diversa. Ridiscutendo con la luce la nozione di spazio, i Momix mostrano a una platea dimentica della fisicità la natura versatile del corpo, oggi così pesante, unidirezionalmente definito (modello estetico dettato ancora una volta da una luce, quella del flash fotografico. Complimenti da tgevents!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...