Milano, “Deposito 54” dice no alla violenza sulle donne con un evento esclusivo

Deposito 54, il “deposito di idee” di via Pasquale Sottocorno 54 a Milano creato da Paola Bognetti, spalanca le sue porte e si trasforma per una sera in un luogo dove dire “Stop alla violenza sulle donne”. Dalle 18.30 alle 22 di mercoledì 3 dicembre tutti sono invitati ad un party evento, ricco di momenti di riflessione ma anche di svago e relax, che vuole dare un messaggio forte, ai milanesi e non solo, su un tema che è caro a tutti i protagonisti della serata. A partire dal bracciale Tatù Niente Paura, una sorta di simbolo divenuto ambasciatore di un impegno di solidarietà verso chi si trova in situazioni di pericolo – perché proprio in certe circostanze è fondamentale comunicare senza vergogna, senza paura – che molte personalità e celebrities (da Barbara D’Urso a Maria Grazia Cucinotta, da Cristina Parodi, a Elenoire Casalegno, da Costanza Caracciolo a Roberta Ruiu, da Annalisa Minetti a Samantha de Grenet,) hanno deciso di indossare proprio per sposare la presa di posizione di dire basta alla violenza nell’ambito di una relazione. Una causa che Tatù Niente Paura rappresenta fin dal suo lancio così come spiegheranno, nel corso della serata, i fondatori di Senza Paura S.r.l, Manuel Giannini, Luca Zafarana e Barbara Benedettelli, attivista per i diritti delle vittime di ogni forma di violenza che per l’occasione presenterà anche il suo libro sul tema “L’amore ci salva” con prefazione di Francesco Alberoni. Tutti coloro che acquisteranno Tatù, in vendita proprio a Deposito 54, sanno che l’azienda Niente Paura devolve una parte del ricavato ad onlus che si occupano di tutelare le vittime di ogni forma di violenza, e saranno coinvolti in uno scatto fotografico che verrà immediatamente uploadato su Facebook (www.deposito54.it) e Instagram (sottocorno54), ritratti in un gesto simbolico: la mano destra che afferra il polso sinistro all’altezza del cuore, a raffigurare l’azione che ferma uno schiaffo, un pugno; una mano che immobilizza e dice basta, fermati! Un gesto che troverà luogo all’altezza del cuore, sede di sentimenti e sofferenze. Per rendere ancora più forte il messaggio, chi parteciperà alla serata è invitato inoltre a portare un simbolo, un oggetto che rappresenti nella propria esperienza e visione personale “la vittoria sulla violenza”, “la violenza subita” e “la violenza in sé”, da lasciare esposto sul muro all’ingresso di Deposito 54. Ma non è tutto. Durante l’evento verrà anche presentato in anteprima “In un giorno qualunque”, cortometraggio diretto e curato dalla poliedrica artista Marilù Manzini, che narra la vicenda di una donna (interpretata dall’attrice Francesca Tasini, la Nina del film “L’ultima Fermata”, con Claudia Cardinale, presentato all’ultimo Taormina Film Festival) e del bambino che porta in grembo, frutto della violenza subita. E come per ogni party che si rispetti non manca il lato ludico a base di drink e un ampio buffet da gustare mentre l’atmosfera viene scaldata dalle selezioni soulful e deep house di dj RafVen3, noto nella scena milanese per i suoi set in locali come lo Swiss Corner, il Living e il Sofà e per la sua partecipazione attiva in serate benefiche proprio come questa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...