Quattro “A” per salvare il paesaggio

Quattro A per salvare il Paesaggio: A come Ambiente, A come Agricoltura, A come Architettura, A come Arte. Da sabato 14 settembre a domenica 20 ottobre, quattro incontri e due escursioni in poco più di un mese, un mini-corso su territorio e ambiente organizzato dall’Associazione Praugrande di Pompeiana per insegnare ad essere più consapevoli della necessità del contributo di tutti per salvare il paesaggio. “Ci siamo chiesti cosa possiamo fare, concretamente, per contribuire a preservare il paesaggio – spiega Gian Marco Calvini, presidente dell’Associazione -. Le grandi e giuste battaglie contro le speculazioni e i mostri inutili di cemento sono doverose da parte di chi ha a cuore questo bene comune. Il paesaggio, però, essendo anche opera dell’uomo, cambia di giorno in giorno: un campo coltivato piuttosto che un gerbido usato come discarica, una casa ben proporzionata nello stesso stile di quelle costruite a fianco, un paese, un bosco, un oliveto “ben tenuto” sono ingredienti necessari. E’ quindi necessario che gli uomini contribuiscano a mantenere la bellezza che i nostri predecessori ci hanno lasciato. Gli incontri organizzati dall’associazione Praugrande hanno l’obiettivo di aumentare la consapevolezza delle bellezze che tuttora esistono, in modo da riuscire a preservarle meglio. A volte basta poco: il colore di un intonaco scelto con criterio può migliorare uno scorcio, qualche piccolo accorgimento nella cura delle nostre campagne o la conoscenza della flora e della fauna locale possono fare la differenza tra un paese che lentamente si spegne e un paese che conserva e sa sfruttare le sue caratteristiche. Siamo convinti che la coscienza delle cose che ci circondano e la conoscenza di come possiamo valorizzarle siano necessarie per conservare il paesaggio”. Tutti gli incontri si terranno a Pompeiana presso il Centro Sociale di Via Anfossi. Tutte le iniziative in calendario, escursioni, passeggiate e conferenze, sono gratuite ed aperte a tutti. Programma: A come AMBIENTE: sabato 14 Settembre 2013, ore 17:30- Dott.ssa Paola Carnevale, del Dipartimento Ambiente della Regione Liguria. Cosa può fare il cittadino per la conservazione dei Siti di Interesse Comunitario (S.I.C.) e per la tutela della biodiversità?  Come riuscire a coinvolgere la popolazione e gli Amministratori nell’azione di tutela? A che punto è la redazione dei Piani di Gestione da parte della Regione Liguria? Quali sono le situazioni di rischio e le azioni che si dovrebbero intraprendere? A come AGRICOLTURA: sabato 28 Settembre 2013, ore 17:30- Prof. Alessandro Giacobbe, storico del territorio e Dott. Pasquale Restuccia, agronomo. Come è stato modificato il paesaggio agricolo del Ponente ligure tra cementificazione e abbandono delle coltivazioni? Quali coltivazioni si possono proporre per una agricoltura che assicuri un reddito, protegga il territorio dall’abbandono e salvaguardi l’ambiente?  A come ARCHITETTURA: sabato 5 OTTOBRE 2013, ore 17:30- Arch. Rino Papone, impresario edile, esperto in restauro. Come dovrebbe essere fatta la manutenzione e conservazione degli edifici dei centri storici? Che cosa si può recuperare negli interni e negli esterni e quali sono i materiali da usare o non usare? Come coinvolgere la popolazione e gli amministratori per il mantenimento delle caratteristiche dei borghi? Domenica 6 ottobre 2013, ore 9.30: piccola escursione giudata nel S.I.C. di Pompeiana. A come ARTE: sabato 19 OTTOBRE 2013, ore 17:30. Prof. Alessandro Giacobbe, storico del territorio-Conoscere la storia, la cultura e l’arte dei borghi della Liguria di Ponente. Come realizzare semplici percorsi di visita che permettano agli abitanti e ai viaggiatori di apprezzare edifici, chiese e manufatti vari che caratterizzano i borghi? Domenica 20 ottobre 2013, ore 10.00: visita guidata del borgo di Pompeiana. Alpi Mistiche della Liguria è il filo conduttore della promozione turistica delle Valli Argentina e Armea, entroterra di Sanremo e Taggia – Riviera dei Fiori (IM). Una storia comune, fatta di tradizioni e simboli condivisi tramandati nel tempo, diviene il punto di contatto naturale tra i nove Comuni del territorio. La sintesi del comune sentire, suffragata da numerose testimonianze archeologiche, storiche, linguistiche e culturali, è stata individuata nel concetto chiave di Alpi Mistiche della Liguria: un territorio complesso ma unito da un forte radicamento mistico-religioso, le cui radici affondano negli albori della civiltà umana. alpimistiche.it è il portale internet delle Valli: qui si trovano i punti di interesse suddivisi in percorsi tematici (vie del sacro, profano, mente, anima, forza, guerra, sapore) oppure catalogati secondo i Comuni di riferimento (Badalucco, Carpasio, Castellaro, Ceriana, Molini di Triora, Montalto Ligure, Pompeiana, Terzorio, Triora). Oltre ai punti di interesse turistico, nel sito si trovano sezioni dedicate alla ricettività, documenti scaricabili e gli eventi dei Comuni. IAT BADALUCCO- via Marco Bianchi 1- 0184 407 007 – fax 0184 408 561- IAT ARMA DI TAGGIA- via Boselli- 0184 43 733 – fax 0184 43 333- infoarmataggia@visitrivieradeifiori.it – IAT  TRIORA- corso Italia 7- 0184 94 477 – fax 0184 94 164.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...