CASTELGRANDE OPERA BELLINZONA

CASTELGRANDE OPERA BELLINZONA

Ha preso il via dal 18 – 24 LUGLIO 

INAUGURATA CON TOSCA LA SETTIMANA DELLA LIRICA NELLA CORTE INTERNA DEL CASTELGRANDE  

Questa sera in scena “La Traviata”, domani “Il Barbiere di Siviglia”  

Una rappresentazione di altissimo livello interpretativo, ieri sera, ha inaugurato la kermesse Castelgrande Opera Bellinzona, dando il via ufficiale alla “Settimana della lirica” ambientata nella corte interna dell’antico maniero patrimonio dell’Unesco.

Nella Tosca di Giacomo Puccini (che sarà replicata giovedì 21 luglio), il pubblico ha apprezzato soprattutto le indubbie capacità vocali e il grande carisma scenico degli interpreti principali, dal soprano Raffaella Angeletti (Tosca) al tenore George Oniani (Mario Cavaradossi), al baritono Carlos Almaguer che è stato un eccellente Barone Scarpia, affiancati da Gianluca Breda (ottimo basso nel ruolo di Cesare Angelotti), nonché dal baritono Giovanni Bellavia (sagrestano) e da Galia Pavlova (Flora), Costantino D’Aniello (Spoletta) e Boris F il ipov (Sciarrone), in una recita degna dei principali teatri lirici internazionali.

 

La rassegna, promossa dall’Ente Turistico di Bellinzona in collaborazione con IKO ITALIA, prosegue questa sera con La Traviata di Giuseppe Verdi (replica il 22 luglio), mentre domani sera andrà in scena Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini (replica sabato 23), sempre con inizio alle 21,15.

 

LA TRAVIATA

Scritta nel 1853 su libretto di Ernesto Maria Piave (tratto da La Signora delle Camelie di Alexandre Dumas figlio), La Traviata è un’opera br il lante e intimista che narra le vicende di Violetta Valery, prostituta parigina d’alto bordo. Nonostante l’insuccesso dell’esordio (al Teatro La Fenice di Venezia, nel 1853), a causa dell’indignazione suscitata all’epoca negli organi preposti alla censura per via del tema scabroso, quest’opera è ormai ritenuta il capolavoro di Giuseppe Verdi, tanto da essere presente nei cartelloni di tutto il mondo, con una notorietà che non ha eguali nella tradizione lirica.

Il dramma di Violetta e il suo sacrificio per amore, si rinnovano nella corte interna del Castelgrande, con il soprano Nicoleta Ardelean, che ha già fatto parlare di se in occasione dei suoi tre debutti al Teatro La Scala di M il ano, e con il tenore Massimiliano Pisapia (Alfredo Germont), indiscusso protagonista dell’attuale panorama musicale internazionale. Altri due interpreti d’eccezione, i baritoni Ivan Inverardi e Leo An, si alterneranno invece nel ruolo di Giorgio Germont, rispettivamente questa sera e il 22 luglio. Completano il cast, Galia Pavlova (Flora Bervoix), Mario Dinev (Gastone), Anna Nescheva (Annina), Cristian Papi (il Barone Douphol, protettore di Violetta), Peter Pejchev (il Marchese D’Obigny), Massimiliano Damato (il dottore).

Gli artisti saranno seguiti dal direttore e maestro concertatore Elio Orciuolo, maestro di larga esperienza che dirigerà l’orchestra e il coro della IKO Italia Konzert Opera.

La regia è firmata da Fabio Galadini, con l’allestimento scenico dei laboratori IPA e i costumi della storica Sartoria Antonino Pipi.

 

       IL BARBIERE DI SIVIGLIA

Rappresentato per la prima volta a Roma il 20 febbraio 1816, Il Barbiere di Siviglia è un’opera buffa in due atti, composta da Gioachino Rossini su libretto di Cesare Stermini (tratto da Le Barbiere de Seville di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais).

Nel suggestivo scenario del Castelgrande, Figaro avrà la voce del baritono Fabio Previati, mentre Rosina sarà interpretata dal mezzosoprano Cristina Sogmaister, già interprete del ruolo in numerosi teatri. Il cast è formato, inoltre, dal tenore Robert Nagy (Conte d’Almaviva), dal basso-baritono Dario Giorgelé (Don Bartolo), dal basso Gianluca Breda (Don Basilio), nonché da Boris Silipov (il servitore Fiorello) e Anna Nescheva, nel ruolo di Berta, la vecchia cameriera di Bartolo).

La regia della rappresentazione è curata da Yavor Radovanov, mentre il maestro Sergio Oliva dirigerà gli artisti con i suoni dell’orchestra e del coro della IKO Italia Konzert Opera.

 

In caso di maltempo, gli spettacoli si svolgeranno nella rinascimentale Chiesa Collegiata di Bellinzona. Ogni giorno, gli interessati potranno sapere in anticipo quale sarà la location di ciascuna opera, telefonando all’Ente turistico di Bellinzona allo 091 825 21 31, dalle 9 alle 18.30, ovvero componendo il numero 1600 a partire dalle ore 16.

 

 

I biglietti sono disponibili:

 

  • presso lo sportello di BELLINZONA TURISMO (Palazzo Civico, Piazza Nosetto) – Tel. +41 (0)91 825 48 18 – Info: opera@bellinzonaturismo.ch – Servizio di prenotazione telefonico: da lunedì a venerdì, 13.30/18.30

 

  • in tutti i punti vendita TICKETCORNER

 

 

  • presso la cassa serale di Castelgrande (dalle 19.30 alle 21.30)

 

Settori e prezzi

 

  • 1° settore, platea numerata – 138 CHF  
  • 2° settore, platea numerata – 108 CHF  
  • 3° settore, platea numerata – 75 CHF  

 

Per ulteriori informazioni, si può consultare il sito www.operabellinzona.ch.

 

 

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...